Decidere è una delle abilità più difficili da acquisire, è infatti una delle competenze meglio remunerate al mondo. Decidere è l’abilità dei capitani di eserciti, di imprenditori, dei capi di stato. Decidere è l’abilità dei leader. Costantemente ognuno di noi è chiamato a prendere decisioni. Grandi decisioni, piccole decisioni. Come prendi le tue decisioni? In quale stato d’animo? Guidato da quali emozioni?

 

La scelta di decidere

In che modo possiamo migliorare la nostra abilità nel prendere le decisioni? Come possiamo prendere decisioni in modo che siano davvero allineate alla nostra Missione? Che sostengano il nostro benessere e quello degli altri?

Mi sono trovata più volte in questi ultimi anni come ognuno di noi, davanti a scelte importanti. Personali e professionali. Scelte difficili. Difficili se ti dimentichi in che modo scegliere. Difficili se è un’emozione negativa, una reazione a qualcosa che non so gestire che guida la decisione.

Ci sono solo 2 grandi emozioni che includono con nomi diversi tante emozioni diverse.

La paura

La paura, che a volte non vogliamo nemmeno riconoscere, quando ci sentiamo sicuri di noi e la paura non fa parte delle opzioni previste. La Paura è travestita spesso con vestiti diversi e non sappiamo riconoscerla. Uno dei suoi vestiti preferiti che la maggior parte delle persone accetta più facilmente e ammette di avere è lo stress.

Noi siamo sotto stress quando abbiamo paura.

Abbiamo paura di qualcosa, di qualcuno, di non riuscire, di non … qualcosa. La paura non è un’emozione dell’anima. La paura è un’emozione del nostro ego. L’anima non è sotto stress, il nostro ego sì.

La paura e lo stress arrivano e prendono il comando quando non diamo all’anima lo spazio per farsi ascoltare. Non dobbiamo fare nulla perché l’Anima parli e ci guidi. Anzi, è proprio il fare, il rumore che copre la voce dell’anima.

Il silenzio

Per lasciarci la possibilità che l’Anima, il nostro Spirito, la nostra vera essenza, lo scopo dell’essere QUI, chiamala come vuoi insomma,… dicevo per lasciarci la possibilità che l’Anima ci guidi è proprio questo il punto: non dobbiamo fare nulla.

Semplicemente agitarci di meno e smettere di risolvere problemi inesistenti o che si risolverebbero da soli ed incominciare ad ascoltare e apprezzare il silenzio.

Nel silenzio possiamo sentire lo scorrere del fiume che scorre accanto a noi, che altrimenti non sentiremmo col rumore della nostra auto accesa o anche camminando e parlando rumorosamente.

La nostra mente è rumorosa, piena di pensieri che cozzano in continuazione e che sgomitano per avere attenzione e prendere il comando della nostra mente. Interrompiamo quanto stiamo facendo perché un pensiero è arrivato e ci ha sollecitato qualcos’altro da fare.

Il Silenzio e l’ascolto sono stati d’animo da coltivare, abitudini che cambiano letteralmente il nostro modo di vivere. Nel Silenzio e nella calma si può esprimere l’emozione opposta alla paura : l’amore.

Paura e Amore sono le uniche 2 emozioni principali che racchiudono tutte le altre.

L’amore

Come la paura anche l’amore ha diversi vestiti come ad esempio la gratitudine, la bellezza, la gioia, la connessione, il perdono. Allora nei momenti difficili, quando non sai che cosa fare, come decidere, se è bene o male per te accettare o rifiutare qualcosa allora chiediti: “Che cosa farebbe l’amore al mio posto ora?

Chieditelo veramente e ascolta. La tua Anima si sentirà interpellata e arriverà con la sua riposta. Con i suoi modi e con i suoi tempi. Mettiti in modalità ricezione e osserva qual è il canale preferenziale che la tua Anima utilizza per comunicare con te.

Potrebbe essere una malattia che ti inchioda a letto per 3 giorni, una sensazione, una visione, il capo che ti licenzia, un sogno, un articolo che leggi per “caso” in un giornale, un’amica che ti dice qualcosa. Stai in ricezione e stai pronto a cambiare il modo di vivere la tua vita.

Ricorda 3 parole che avevo letto in un libro tempo fa che riassumono questa filosofia di vita (l’ordine non è casuale):

Intention – Attention – No tension

  • intention = intenzione, avere bene in mente cosa vuoi ottenere, cosa vuoi o che risposta vuoi, quali emozioni vuoi vivere (anche se non sai ancora il come);
  • attention = attenzione, è appunto vivere in modalità “ricezione”, dopo aver chiarito l’intenzione;
  • no tension = niente tensioni, abbandonare lo stress e la paura, e vivere guidati dall’amore, con la fiducia di essere guidati per il nostro bene più grande e di ricevere le indicazioni che supportino la nostra intenzione.

 di Miranda Sorgente

 

 

Compilando questo form potrai ricevere via email tutti gli aggiornamenti riservati ai nostri iscritti

Abbiamo a heartlock la tua privacy!

Share Button